Herpes labiale: come sconfiggerlo e prevenirlo

14 agosto 2017
herpes_labiale.jpg

 

Conosciuto anche con il nome di “febbre delle labbra”, l’herpes labiale è uno sfogo che si manifesta con un’eruzione fastidiosa e sgradevole generalmente sulle labbra. Talvolta l’infezione da herpes labiale può causare la comparsa di manifestazioni anche su guance e palato.
Scopriamo insieme come curare questo disturbo.

Questa malattia infettiva è causata dal virus dell’herpes simplex 1. Dopo averlo contratto, l’herpes rimane per sempre all’interno dell’organismo e può ripresentarsi nei periodi in cui il nostro corpo è particolarmente debilitato: in presenza di forte stress psicofisco, affaticamento, febbre, infezioni o scottature solari.
I sintomi. I sintomi della malattia sono caratteristici ed accomunati dalla comparsa di fastidiose e dolorose vescichette che spesso portano ad atteggiamenti socialmente poco compatibili a causa del forte stimolo a grattare l’aria interessata.
La comparsa delle tipiche e sgradevolissime bollicine intorno alle labbra è preceduta da una sensazione di calore e tensione, chiaramente percepibile da chi è già stato colpito dalla malattia.

Le cause. L’infezione da herpes labiale coincide normalmente con forti stress che possono coinvolgere il corpo o la mente. Lo stress, qualunque sia la sua natura, va infatti ad indebolire le difese immunitarie dell’organismo.
Una volta colpiti dall’herpes labiale i virus responsabili della malattia vanno a nascondersi nelle terminazioni nervose dove possono rimanere silenti (senza dare manifestazioni) per tutto il resto della vita.
Purtroppo capita spesso che l’infezione torni a manifestarsi in conseguenza di un lavoro molto intenso (sia fisico che mentale), di una indigestione, di un’eccessiva esposizione alla luce solare, come conseguenza di altre malattie o dell’assunzione prolungata di alcuni farmaci. Anche alterazioni ormonali legate alla gravidanza o al ciclo mestruale possono favorire l’azione degli herpes virus.
Le cure. In genere l’Herpes labiale si risolve in modo spontaneo dopo circa una settimana dalla comparsa delle prime bollicine. Per accelerare la guarigione ed evitare complicazioni può giovare l’applicazione per alcuni giorni di un gel astringente a base di cloruro di alluminio che serve per tenere asciutta la pelle e favorire i processi di riparazione. Gli antivirali in crema aiutano ad accelerare la guarigione e a diminuire prurito e dolore, ma funzionano solo se applicati alle prime avvisaglie, cioè fino quando il virus è nella pelle (prima che ritorni nei gangli nervosi), altrimenti rischiano di essere controproducenti.
I consigli (cosa fare o non fare). Per evitare che le lesioni peggiorino e di contagiare altre persone è bene seguire alcuni accorgimenti:
  • non grattare via le bollicine: se si rompono l’infezione può propagarsi ad altre zone del viso o della pelle, o può verificarsi una sovrainfezione.
  • Lavare sempre le mani dopo aver toccato le vescicole, soprattutto dopo l’applicazione di eventuali pomate.
  • Usare un asciugamano personale, oppure servirsi di salviettine di carta usa e getta, per non contagiare gli altri componenti della famiglia.
  • Evitare di condividere i bicchieri e le posate, in quanto possono diventare mezzi di trasmissione dell’infezione.
  • Non esporsi al sole e non leccare le labbra.
  • Non usare rimedi «fai da te» non convalidati.

Nella farmacia troverete un vasto assortimento di prodotti per tutte le vostre esigenze. Chiedete ai nostri collaboratori per ulteriori consigli su come curare e prevenire l’Herpes labiale: http://www.farmaciacardillo.it/reparti/

Il nostro unico scopo è prenderci cura di voi. Ci dedichiamo ogni giorno con ascolto, competenza e responsabilità alla vostra salute e al vostro benessere.

Link Utili

Copyright © Farmacia Cardillo 2017. Tutti i diritti riservati - Site by Visualizza